Accumulo di energia, come fare

Spesso si parla dell’accumulo dell’energia senza ricordare i limiti fisici e le implicazioni in termini di costi e spazi delle diverse soluzioni tecnologiche disponibili. Una serie di semplici conteggi ci rimette con i piedi per terra.
Collegato ad un accumulo c’è il problema della sua ricarica. La dimensione dell’accumulo è un’energia in kWh ma la ricarica richiede anche una potenza in kW che dipende dalle pretese in termini di rapidità della ricarica. Confondere energia e potenza è un errore molto comune che porta a valutazioni errate. Questo piccolo particolare è illustrato con riferimento ai veicoli elettrici, dove il problema non è solo la dimensione della batteria (energia) ma soprattutto il tempo di ricarica (potenza).

Video pillola sugli accumuli

Le comunità energetiche…

… sono la “novità” di turno di cui tutti parlano.

Pare che essendo collegati alla stessa rete, l’energia in eccesso immessa in rete potrebbe essere utilizzata dagli altri membri della comunità…

Ma la rete elettrica italiana non è già una grande “comunità energetica” dove ciascuno preleva secondo i propri fabbisogni e ciascuno immette in rete il suo surplus di produzione?

Dov’è la novità?

Leggi chiare…

La chiarezza di una legge è inversamente proporzionale al numero di FAQ che vengono pubblicate per tentare di applicarla .

Quante ne hanno pubblicate a proposito del 110 %?

La semplificazione …

Pensando di semplificare le cose, si aggiungono nuove alternative “più semplici”… ma così aumenta sempre di più la complessità del sistema perché c’è la via “normale” e la via “semplificata”.

Semplificare significa cancellare leggi e procedure inutili.

Chi lo dice lo faccia…

Prima di emettere una legge o una norma tecnica, l’autore dovrebbe essere obbligato ad applicarla in prima persona, senza aiutini…

Corollario: invece di tante FAQ, perchè il MISE, l’ENEA, l’ADE non pubblicano degli esempi di documentazione completamente compilata per un certo numero di casi tipici?

Tecnologie valide

La validità di un tecnologia è inversamente proporzionale al numero degli obblighi di legge ed all’entità degli incentivi per riuscire ad imporla.

Corollario: quando l’incentivo arriva al 110% …